Divisione zootecnica

Divisione diagnostica

SOY CHEK

SOY CHEK e' un test rapido basato sull'attività ureasica, che in 5 minuti permette di valutare efficacemente l'attività ureasica residua sia sui panelli che sulla granella integrale.

SOY CHEK si basa su una scala di 6 valori di semplice lettura visiva molto sensibile alle differenze di pH.

E' riproducibile, rapido, semplice ed utilizzabile sul luogo di prelievo del campione.

SOY - CHEK E' STATO CONCEPITO PER SODDISFARE QUESTI REQUISITI DI RAPIDITA' E SEMPLICITA' NEL CONTROLLO DELLA QUALITA' DI UNA MATERIA PRIMA DI GRANDE IMPORTANZA QUALE LA SOIA.

 

E' un test rapido basato sull'attività ureasica, che in 5 minuti permette di valutare efficacemente l'attività ureasica residua sia sui panelli che sulla granella integrale.

 

SOY - CHEK si basa su una scala di 6 valori di semplice lettura visiva molto sensibile alle differenze di pH. E' riproducibile, rapido, semplice ed utilizzabile sul luogo di prelievo del campione. Sulla scala SOY - CHEK le posizioni 4 e 4,5 sono quelle che corrispondono ai valori ottimali di differenza di pH.

Poichè viene richiesto un minimo livello di attività ureasica onde evitare la cottura eccessiva, SOY - CHEK rappresenta il miglior metodo rapido di analisi per valutare le qualità alimentari della soia.

 

SOY - CHEK è un reagente liquido che permette di valutare il punto ottimale tra un trattamento di cottura insufficiente ed uno eccessivo.

MODALITA' DI IMPIEGO

- Porre circa 5 grammi di farina di soia o di grani di soia tritati (non polverizzati), cotti, ben mescolati, nella piccola piastra di plastica annessa (capsula Petri).

- Coprire bene con la soluzione SOY - CHEK.

- Scuotere delicatamente per bagnare uniformemente il campione.

- Posare la scatola su una superficie bianca, per 5 minuti.

- Leggere la reazione ottenuta secondo la scala seguente:

1,0) Oltre il 75% della superficie totale è coperta da particelle rosse o rosa, differenza di pH circa 2,00. [Soia praticamente cruda !!!]

2,0) La superficie totale è coperta da particelle rosse o rosa fra il 50 ed il 75%, differenza di pH fra 0,3 e 0,5.

3,0) La superficie totale è coperta da particelle rosse o rosa fra il 25 ed il 50%, differenza di pH fra 0,10 e 0,25.

4,0) La superficie totale è coperta da particelle rosse o rosa fra il 5 ed il 10%, differenza di pH fra 0,05 e 0,10. 

4,5) Soltanto qualche (da 1 a 5) particella rossa o rosa, differenza di pH fra 0,02 e 0,05.

 

A QUESTA POSIZIONE CORRISPONDONO I VALORI OTTIMALI DI DISTRUZIONE DEI FATTORI ANTINUTRIZIONALI E DI DISPONIBILITA' DEGLI AMINOACIDI.

5,0) Dopo 5 minuti non si vedono particelle rosse o rosa, differenza di pH 0,00.

6,0) Dopo ulteriori 25 minuti di incubazione non si vedono particelle rossastre, ciò sta ad indicare l'assenza totale di attività ureasica, con pericolo di eccessiva tostatura e minore disponibilità di aminoacidi essenziali.

 

IMPORTANTE: i campioni di grani di soia interi devono essere della medesima granulometria della farina di estrazione di soia (100% attraverso setaccio # 10; da 40 a 60% attraverso #20).

Per avere una reazione corretta e una stima corretta della differenza pH i campioni devono essere ben immersi nella soluzione SOY CHEK.


PRODOTTI CORRELATI